La più efficace delle strategie di marketing per ristoranti: il Growth Hacking della Maria

Strategie di marketing per ristoranti

“Se continui a fare quello che hai sempre fatto, continuerai ad avere quello che hai sempre avuto” – J. Kohn

Le strategie di marketing per ristoranti che già conosci sono quelle che ti hanno permesso di diventare quello che sei oggi. Ma hai mai sentito parlare di Growth Hacking?

Forse ti avranno parlato di Growth Hacking nel campo del web marketing ma devi sapere che il Growth Hacking è un “modo di pensare” (mindset) e un approccio complessivo incredibilmente innovativo e alla portata di tutti. E non è solo legato al mondo del digital marketing ma al nostro mondo quotidiano.

In un precedente articolo ho spiegato con parole semplici il significato del termine Growth Hacking e come si possa applicare con successo alle strategie di marketing per ogni attività locale e PMI.

Questa volta mi concentrerò sul Growth Hacking come una delle migliori strategie di marketing per ristoranti e per ogni pubblico esercente (bar, caffetterie, pub, etc.). E sono sicuro che le mie parole ti piaceranno, perché il Growth Hacking ci insegna che i risultati veri sono le acquisizioni di nuovi clienti a un costo sostenibile, perché solo un costo di acquisizione sostenibile permette una crescita ampia e costante dell’azienda. In fondo, quello che conta è il risultato, non è vero?

E allora entriamo nel magico mondo del Growth Hacking senza teorie o formule complesse ma con un esempio concreto di un Trattoria storica di Genova che è riuscita a distruggere tutte le convenzioni diventando un punto di riferimento per la città. A costo quasi zero!

Il Ristorante da Maria è un capolavoro di strategia di marketing per ristoranti!

menu trattoria da maria

Cosa si nasconde dietro a un menù così spartano, scritto a mano giorno per giorno e con indicazioni “nascoste” che suggeriscono quei piatti “buonissimi” che chiunque dovrebbe provare almeno una volta nella vita? La mancanza di denaro per comprare una stampante? Non credo proprio!

Tutti comprendiamo che si tratta di un ristorante di cucina tradizionale “volutamente” molto spartano, frequentato da una clientela alla mano e senza troppe pretese. Sicuramente i prezzi sono contenuti.

Ma poi ci colpisce, mentre siamo seduti a un tavolo a gustare uno dei piatti, il passaggio di alcune persone in giacca e cravatta, oltre che diversi turisti stranieri. E allora decidiamo di prestare maggiore attenzione alla “storia” di questo locale storico, studiando con cura quanto appeso alle pareti.

Dario Fo Trattoria da Maria

Eh sì, ci sono molti segni di una storia illustre, di un locale che solo apparentemente è dedicato al “popolo”. Ora è spiegata la presenza di visitatori in giacca e cravatta, turisti e persone di ogni ceto e rango.

Riusciamo persino a ritrovare un video storico girato dal Municipio di Genova e dedicato a questa attività. La signora Maria, purtroppo, è scomparsa pochi anni fa, ma la sua notorietà è notevole, oltre al fatto che il locale è sempre pieno, a pranzo e cena, ogni giorno.

Ma come è stato possibile raggiungere un successo di questo genere con un locale che, apparentemente, non ha nulla di affascinante e che non possiede nemmeno un sito web? Dipende forse dalla qualità dei piatti? No, possiamo garantire che la cucina della Maria non è una cucina da ristorante di lusso. Ci sono altri ristoranti a Genova che offrono tutto sommato una cucina simile, forse migliore.

Ebbene, non esiste una ricetta esatta per questo successo: inconsapevolmente, la signora Maria e i suoi eredi hanno “improvvisato” tecniche di Growth Hacking, puntando decisamente su quanto ha potuto rendere famosa questa attività, evitando spese in ristrutturazioni, pubblicità o altro. Hanno ben compreso che la storia di un locale viene forgiata dal tempo.

Hanno puntato su loro stessi, sul risultato ottenuto con pazienza e costanza! Hanno puntato sulla loro “genuinità” sfruttata fino in fondo attraverso decenni di piccoli cambiamenti, sperimentazioni ma senza stravolgere il loro aspetto o la loro filosofia. Per diventare un luogo che viene visitato come un museo, trovandosi a Genova. E permettendo, grazie a una parsimoniosa gestione del denaro, una crescita costante e stabile.

“Sei stato dalla Maria a mangiare?”. Ah ok, allora vuol dire che conosci i segreti di Genova, sei un tipo in gamba.

Chiaro?

Uscire dagli schemi per diventare leader nell’uso delle strategie di marketing per la ristorazione

Il digital marketing e il marketing in generale, lo abbiamo già scritto, non sono che tentativi pseudo scientifici di mettere in ordine concetti e tecniche prese dalla realtà per renderli replicabili e accessibili a tutti.

L’esperto di marketing, non potendo essere un professionista in tutti i settori nei quali si trova a operare, deve per forza partire da alcuni principi comuni e sempre validi (più o meno). Dovete sempre immaginare, infatti, che un esperto di strategie di marketing non potrà mai essere esperto di ristorazione quanto lo siete voi stessi che avete gestito il vostro locale per anni.

Inoltre, se noi tutti piccoli imprenditori basassimo il nostro successo sulle stesse teorie e copiassimo il “leader di turno”, il mercato sarebbe popolato da locali con format identico.

Questo succedeva un tempo, per fare un esempio, nelle località di mare della Romagna, vi ricordate? A Rimini negli anni ’80 e ’90 si stendevano chilometri di alberghi tutti identici (tipicamente 3 stelle), alternati a sale giochi una uguale all’altra, ristoranti turistici per turisti tedeschi e negozietti di souvenir (tutti con gli stessi oggetti). Era persino facile perdere l’orientamento e rischiare di non ritrovare la strada di casa, talmente erano ripetitivi i 5 chilometri del ben noto Viale Regina Elena .

Questo modello, ovviamente, è morto con la fine del turismo di massa. E meno male!

Il Growth Hacking ci dice esattamente il contrario: prendi sì spunto dagli errori e dalle innovazioni dei tuoi avversari ma NON copiarli! Sperimenta costantemente e in piena libertà, muovendoti con il tuo istinto e le tue specificità. Sviluppa le tue doti migliori e più evidenti, non diventare quello che non sei. Se qualcosa non funziona, non intestardirti a spenderci denaro ma fatti venire una nuova idea e ricomincia a sperimentare nel tuo piccolo.

Non farti mai impressionare dall’apparenza dei tuoi concorrenti (ristrutturazione, lusso ostentato o falsa originalità). Ricorda che alla fin fine contano soprattutto i numeri sul tuo conto corrente a fine mese, perché quello che conta è il risultato, non credi?

Soprattutto: non abbandonare mai un esperimento a sé stesso. Anche quando fallisce, analizza se è fallito nel suo complesso o solo in parte, come potresti riprovare in modo diverso lo stesso approccio e le stesse innovazioni. Senza analisi dei risultati, la sperimentazione non ha alcun senso.

L’importanza del passaparola e delle recensioni nel web marketing per ristoranti

strategie di marketing per ristoranti

Abbiamo scritto e ripetuto in un precedente articolo, che ogni attività di ristorazione dovrebbe puntare, prima che su siti web impressionanti (la Maria non ha nemmeno un sito web!) o arredamenti all’ultima moda, sul passaparola e sulle recensioni.

Forse non è così scontato pensarci ma una persona interessata a un pasto veloce, difficilmente perderà tempo a studiarsi cinque sito web di diversi ristoranti prima di decidere. E quindi che fa? Ovviamente punta alle recensioni di Google Maps o Tripadvisor e, una volta individuato il più adatto per punteggio e tipo di cucina, magari spenderà qualche minuto in più per la visita del sito web (e non è nemmeno detto che lo visiti davvero).

Ricorda che il costo di acquisizione attraverso il passaparola o le recensioni è in assoluto il più basso tra le attività di marketing per ristoranti. Ti aiuta, inoltre, a sperimentare nuovi piatti e tendenze, per ricevere un feedback davvero sincero da chi ti ha visitato.

Inoltre, come spiegato nel nostro precedente articolo dedicato alle strategie di marketing per ristoranti, devi sempre alternare momenti AHA del cliente (di comprensione delle tue caratteristiche uniche e originali) a momenti WOW (in cui il cliente non solo trova la tua promessa ma anche qualcosa di più di quello che si aspettava).

Infine, terzo punto, cerca di evitare l’errore più grossolano dei ristoranti “turistici”: lavorare solo ed esclusivamente sul cliente di passaggio, ignorando completamente un pubblico locale (residente) che comunque esiste e può garantirti un flusso costante di ritorno anche nella bassa stagione. La retention (il riuscire a vendere a uno stesso cliente più volte) è fondamentale per ridurre i costi di acquisizione in una qualsiasi delle numerose strategie di marketing per ristoranti. Il tuo obiettivo principale deve sempre essere quello di veder tornare i tuoi clienti!

In fondo, non sono anche questi principi che hanno portato Maria al successo, visto che l’osteria tradizionale è diventata un punto di riferimento per clienti di passaggio e clienti locali che hanno adottato questo locale come seconda casa?

E ricorda: il Growth Hacking, attraverso queste e altre tecnologie impostate sulla continua sperimentazione a costo quasi zero (anche integrando il marketing tradizionale con il web marketing), ti aiuta automaticamente a costruire un servizio che si adatta perfettamente all’utente e alle sue aspettative!

Come scegliere un consulente di strategie di marketing per ristoranti

Da quello che ho scritto fino a questo momento spero di non essere stato frainteso: non ti sto dicendo che i consulenti di marketing che ti propongo strategie di marketing per ristoranti non servono (altrimenti farei del male a me stesso): ma voglio farti capire che nella scelta di un consulente devi sempre verificare che abbia reale esperienza nel tuo settore e non sia un “espertone” che il giorno prima si è occupato del settore dell’arredamento e quello precedente di pneumatici.

Inoltre, devi sempre spiegare con chiarezza al consulente di marketing per ristoranti quali sono le tue aspirazioni e in cosa ti senti più preparato e determinato. Non accettare proposte strampalate e lontane dal tuo mindset solo perché ti trovi davanti un guru che ha girato per Milano e ha molte idee in testa (confuse) su come farti diventare ricco.

Ricordati: nessuno può fare meglio di te e un giorno anche il consulente di marketing per ristoranti terminerà il suo lavoro e tu resterai solo, magari con un locale completamente trasformato in qualcosa che non ti appartiene e che non senti tuo.

Arrivederci Maria!

La storia di Maria e della sua Trattoria storica nel centro di Genova ci riporta a un’epoca ormai lontana, quando abili cuoche decidevano di uscire dalle cucine per prendere in mano il destino del proprio ristorante. Quanti esperimenti, tentativi, approcci differenti avrà adottato la Signora Maria e quanti esperimenti si saranno certamente dimostrati fallimentari, prima di arrivare al successo attuale?

storia Trattoria da Maria

Eppure solo la signora Maria, grazie alla sua genuinità, è riuscita a diventare la chiave del successo di questo locale spartano, ma visitato da clienti di ogni ceto sociale. Non si è certo rivolta alle agenzie di pubblicità o a famosi specialisti di pianificazione aziendale.

Sono tante le “Signore Maria” in giro per l’Italia e vorrei citarne una: la Signora Quinta di Fano che ho avuto il piacere di conoscere personalmente diversi anni fa, poco prima della sua scomparsa.

Parleremo della Trattoria La Quinta di Fano in un prossimo articolo come esempio virtuoso di passaggio dal marketing tradizionale al web marketing per ristoranti.


Fatichi ad orientarti tra le strategie di marketing per ristoranti e per i pubblici esercizi? Non entrare in ansia! Siamo qui per aiutarti e ti assicuro che, prima di tutto, lo facciamo per passione! Siamo un’agenzia di local marketing a Milano e in Ticino. Ci occupiamo SOLO di local marketing!

Chiamaci oggi per una consulenza gratuita sulle strategie di marketing per ristoranti e pubblici esercizi, lascia un tuo commento o una domanda e ti risponderemo volentieri!


Quali sono le strategie di marketing per ristoranti più efficaci?

recensione Google

La gestione del passaparola e delle recensioni, e la pianificazione degli AHA e WOW moments sono le tecniche di marketing più immediate e a costo zero per un ristorante. Ti portano a fidelizzare il tuo cliente migliore e a rivederlo molte volte nel tuo locale, oltre che acquisire nuovi clienti a costo zero.
Tutte le strategie di marketing per ristoranti dovrebbero essere basate su una continua e rapida sperimentazione di novità e tecniche a costo ridotto, mantenendo la tua attività il più possibile vicina alle tue doti migliori e alle tue aspirazioni. Non esistono strategie di marketing per ristoranti migliori di altre, ma esistono quelle che sono più efficaci e adatte al tuo caso.


Iscriviti alla Newsletter

Perché iscriversi alla Newsletter?

Per essere il primo a poter leggere i nostri nuovi articoli. Per ricevere le nostre offerte per lanciare la tua attività locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *